Associazione Amici di Piero Chiara

L’Associazione “Amici di Piero Chiara” ha, per statuto, lo scopo di porre in atto ogni iniziativa ritenuta efficace per tener viva la memoria dello scrittore Piero Chiara e valorizzare la cultura, i luoghi e i monumenti di Varese e della sua provincia e del Canton Ticino, spazi amati da Chiara e da lui privilegiati nelle sue opere.

Per raggiungere questi obiettivi, l’Associazione, fondata nel 1997, organizza annualmente un premio letterario il Premio Chiara, destinato a premiare una raccolta di racconti in lingua italiana, pubblicata in Italia o nel Cantone Ticino nel corso dell’anno, si è affermato come uno dei premi letterari più prestigiosi.

Annuale e transfrontaliero è anche il Premio Chiara giovani, un concorso di narrativa aperto ai cittadini italiani e svizzero-italiani di età compresa tra i 15 e i 25 anni, con l’intento di incentivare le attitudini linguistiche e letterarie dei giovani, con particolare riferimento alla misura del racconto, quella preferita da Piero Chiara.

Nell’ambito delle manifestazioni letterarie legate al Premio Chiara, l’Associazione negli ultimi quindici giorni di settembre promuove ogni anno, a Varese, Luino, Milano e Lugano, conferenze, incontri, dibattiti, letture, proiezioni, esposizioni di opere di Chiara, mostre d’arte, concerti e seminari di scrittura - di narrativa e di poesia - per giovani e docenti, tenuti, a numero chiuso, da narratori e poeti di chiara fama.

Annualmente, inoltre l’Associazione conferisce un Premio Chiara alla carriera a una personalità italiana e ticinese della letteratura e della cultura di prima grandezza.

Numerose sono, infine, le pubblicazioni dell’Associazione dedicate a Chiara: testi inediti dello scrittore e raccolte di suoi scritti sparsi in riviste e quotidiani.

Dal 2001 l’Associazione pubblica anche, in occasione del Premio, Confini, quaderno del Premio Chiara, una rivista che, come testimonia lo stesso titolo, ospita interventi dedicati a far conoscere il patrimonio culturale del territorio dell’Insubria, tanto ricco ma non sempre noto nella sua pienezza.

Dal 2004 l’Associazione promuove una nuova iniziativa editoriale Taccuini d’arte, che accompagna una mostra espositiva dedicata ad artisti che hanno operato nella nostra terra.